Content: eMuseo

eMuseo

«1968»

Il 1968 è diventato un mito, il simbolo della rivolta, dell’ira e della protesta generale. Lo scontento mondiale verso il post-colonialismo e la guerra del Vietnam si esprime nella denuncia di qualsiasi forma di discriminazione e nella rivendicazione dei diritti; mentre crescono l’avversione alle ristrettezze del dopoguerra e l’entusiasmo verso nuove forme di coesistenza. Nel 1968 il mondo vacilla fra speranza e rivolta, protesta pacifica e violenza. Il movimento per i diritti civili degli afroamericani, la primavera di Praga e il maggio francese sono accompagnati da un nuovo linguaggio visivo. La retorica pittorica, poetica e sensuale, dei manifesti francesi entra a far parte dei manifesti del movimento giovanile svizzero. La cosiddetta «Globuskrawall» (guerriglia urbana) di Zurigo viene vissuta come uno shock culturale e scuote la Svizzera dal suo torpore borghese. Nuovi elementi musicali e soprattutto il trionfo della musica rock si riflettono in un’estetica psichedelica, ispirata ai manifesti rock di San Francisco. Giochi cromatici scintillanti, colori complementari e influssi della pop art conquistano anche la cultura e l’universo dei manifesti commerciali.

Peter König

Data di affissione
1968

Permanente Manifestation gegen jegliche Art der Unterdrückung

Bruno Kammerer

Data di affissione
1968

Zürcher Manifest

Lilo König, Peter König

Data di affissione
1968

1. Flugblatt der Antiautoritären Menschen

Peter König

Data di affissione
1968

Good Guys – Bad Guy

Kurt Thaler

Data di affissione
1968

Peter König

Data di affissione
1968

Wir sind eine kleine radikale Minderheit

Luca (Umfeld ArchitekturstudentInnen der ETH)

Data di affissione
1968

Referendum Bum ETH

Anonym

Data di affissione
1968

Der neue Globus an der Bahnhofstrasse ist eröffnet

Urs Lüthi

Data di affissione
1968

Autonomes Jugendzentrum

Peter König

Data di affissione
1968

Helvetias Sklaven

anonym (Umfeld ArchitekturstudentInnen der ETH)

Data di affissione
1968

Loi EPF NON

Peter König

Data di affissione
1968

Städteplanung

anonym (Umfeld ArchitekturstudentInnen der ETH)

Data di affissione
1968

Ja-stimmen heisst Mitbestimmen

Anonym

Data di affissione
1968

Loi sur le tabac – Oui

anonym (Umfeld ArchitekturstudentInnen der ETH)

Data di affissione
1968

Ist die Architektura tot?

Atelier Populaire

Data di affissione
1968

Sois jeune et tais toi

Atelier Populaire

Data di affissione
1968

Atelier Populaire

Data di affissione
1968

Oui – Usines occupées

Maren Palloks

Data di affissione
1968

Solidarität mit Vietnam

Paul Peter Piech

Data di affissione
1968

Martin Luther King – April 4 1968

Peter König

Data di affissione
1968

Prag, 21.8.68

Ruth Pfalzberger

Data di affissione
1968

26. Gesellschafts-Ausstellung der schweizerischen Malerinnen, Bildhauerinnen und Kunstgewerblerinnen

Donald Brun

Data di affissione
1968

Uni Ball '68

Advico AG

Data di affissione
1968

Sinalco...erfrischend fruchtig

Armin Hofmann

Data di affissione
1968

GM – Gewerbemuseum Basel

Fridolin Müller

Data di affissione
1968

Collagen – Kunstgewerbemuseum Zürich

Armin Hofmann

Data di affissione
1968

Basler Theater

Reiwald AG Werbeagentur

Data di affissione
1968

Fiat 125 Special

Georges Calame

Fotograf
André Halter

Data di affissione
1968

Meubles Knoll Tagliabue – 11 rue d'Italie

Delpire Publicité

Data di affissione
1968

Citroën

Collezione di cartelloni al Museum für Gestaltung di Zurigo

La collezione di manifesti del Museum für Gestaltung di Zurigo è considerata una delle più ricche e importanti al mondo dedicata a questo tipo di arte. Conta all’incirca 350’000 oggetti – di cui 120’000 già inventariati – che documentano la storia svizzera e internazionale del manifesto: dai suoi inizi a metà dell’800 fino ai giorni nostri. La collezione si compone di manifesti politici, culturali e commerciali. La sua varietà da un punto di vista storico, tematico e geografico consente un excursus completo nel mondo dell’arte visiva e offre uno spaccato di storia visiva della nostra vita quotidiana.  Una parte degli oggetti raccolti sono già stati inseriti nel catalogo consultabile online: www.emuseum.ch. Il catalogo online sarà ampliato in maniera costante.

Diritti d’autore

Le immagini di questa esposizione online fanno parte del catalogo digitale della collezione di manifesti del Museum für Gestaltung di Zurigo e sono fornite solo a titolo illustrativo. È vietato qualsiasi uso a favore di terzi – pubblicazione delle immagini o altro uso commerciale – senza previa autorizzazione del proprietario dei diritti d’autore. Per informazioni sull’ordinazione delle stampe: sammlungen@museum-gestaltung.ch