DE
FR
IT
EN

Indietro

La nuova mostra dell’ePoster Gallery di APG|SGA

Manifesti sul mondo animale per tutte le generazioni

22 Marzo 2022

La storia dei manifesti include tra i suoi soggetti anche il mondo animale: la ePoster Gallery di APG|SGA permette di vivere il fascino dei manifesti del secolo scorso con protagonisti gli animali e di conoscerne il background e presenta trouvailles della storia recente dei manifesti. La mostra virtuale, pubblicata oggi, nasce dalla collaborazione con la collezione di manifesti del Museo di arti figurative di Zurigo e mira ad approfondire il simbolismo degli animali in ambito pubblicitario. La grande varietà di manifesti è il risultato del lavoro di ricerca e allestimento un documentarista della collezione di poster, Nico Lazúla Baur. Il mondo animale sui manifesti!

Il boom di animali domestici durante il lockdown dovuto alla pandemia è un fenomeno quasi senza precedenti in Svizzera. Circa il 50% delle famiglie svizzere ora può contare su un fedele accompagnatore. L’assalto ai negozi di animali è un chiaro indicatore del rapporto psicologico che lega animali ed esseri umani. Questa relazione interessa tutti: chi ha in casa un amico a quattro zampe, chi fa i suoi incontri faunistici nella natura e chi si batte per la tutela degli animali e per evitarne l’estinzione. Basta dare uno sguardo alla storia della pubblicità esposta all’ePoster Gallery di APG|SGA per capire come i pubblicitari di epoche passate sfruttassero già con maestria gli effetti psicologici di pelo, squame e piume per suscitare emozioni nei consumatori. In un’intervista, Nico Lazúla Baur (documentarista del Museo di arti figurative di Zurigo, collezioni, dipartimento di analisi culturale) affronta il tema degli animali come motivo centrale dei manifesti. Illustra la storia di questo strumento spiegando l’effetto seducente delle pubblicità che ritraggono gli animali in maniera graziosa, tecnica definita dagli esperti Cute Marketing. Al contempo descrive strategie opposte, che usavano ratti di fogna o ringhianti cani da combattimento come simboli creativi per raggiungere il subconscio. Un aspetto interessante: ciò che funzionava cinquant’anni fa, è efficace ancora oggi. 
 

Per approfondire la storia dei manifesti
Visita alla mostra virtuale di manifesti «APG|SGA ePoster Gallery: Il mondo animale sui manifesti»
Una parte della collezione di manifesti del Museo di arti figurative di Zurigo può essere consultata nel catalogo online
È possibile ordinare riproduzioni dei manifesti della collezione per uso privato. 
 

L’arte del manifesto a tutto tondo 
La collezione di manifesti del Museo di arti figurative di Zurigo costituisce uno dei massimi archivi del suo genere al mondo. Circa 350 000 esemplari, di cui circa 120 000 inventariati digitalmente, documentano la storia dei manifesti svizzeri e internazionali, dagli albori fino ai giorni nostri. Da questo materiale nascono di tanto in tanto mostre temporanee virtuali per l’eMuseo di APG|SGA, che da svariati anni sostiene economicamente e culturalmente il Museo di arti figurative di Zurigo. La grande varietà storica, tematica e geografica offre sia una visione a tutto tondo dell’arte del manifesto che uno scorcio di un archivio visivo della quotidianità. 

 

Didascalia

  1. Nico Lazúla Baur (documentarista del Museo di arti figurative di Zurigo, collezioni, dipartimento di analisi culturale)
  2. Soggetti animali della eGallery